• Impianto cogenerativo presso stabilimento tessile

Impianto cogenerativo presso stabilimento tessile


Nell’industria tessile oltre al consumo di energia elettrica per il funzionamento dei macchinari, diverse fasi del processo utilizzano vapore e acqua calda a diverse temperature. Per questo motivo un’eccellente soluzione per risparmiare costi e risorse in questo settore può essere l’installazione di impianti di cogenerazione. 

Una delle principali realtà produttive del comparto tessile serico italiano ha scelto RENOVIS per realizzare un impianto di cogenerazione destinato alla produzione combinata di energia elettrica, vapore e acqua calda. Il generatore è costituito da un motore endotermico alimentato a gas naturale la cui forza motrice genera una potenza elettrica nominale di 500 kW mentre il recupero termico dai gas di scarico e dai circuiti di raffreddamento consente di produrre rispettivamente vapore e acqua calda, quest’ultima destinata ai processi di lavaggio e tintoria. 


Risultati ottenuti: 

Potenzialità impianto 
  • Potenza elettrica: 500 kW 
  • Energia elettrica prodotta: 2.833.920 kWh/anno 

Recupero termico 
  • Produzione di vapore: 330 kg/h (226 kW)
  • Produzione di acqua calda: 475 kW (complessivi da recupero termico fumi e raffreddamento motore) 

Impatto ambientale 
  • Emissioni di CO2 evitate: 690 t/anno 

Entrambi gli impianti realizzati sono stati dimensionati e progettati per operare costantemente in regime CAR (Cogenerazione ad Alto Rendimento), mantenendo pertanto un altissimo livello di efficienza e sono provvisti di un sistema di monitoraggio in grado di misurarne e storicizzarne le performance. Ciò è essenziale per la consuntivazione e la verifica dei benefici energetici conseguiti. Gli impianti sono inoltre dotati di un sistema computerizzato per la misurazione in continuo dei parametri fisici e chimici dei gas di scarico e di un sistema per l'abbattimento delle emissioni di ossidi di azoto (NOx), composti chimici residui della combustione determinanti il fenomeno delle piogge acide e che negli impianti realizzati da RENOVIS vengono ridotti a minime concentrazioni. 

L’innovazione introdotta da impianti come quelli sopra descritti riguarda principalmente il loro dimensionamento e la loro finalità. La loro diffusione è inoltre trainata dalla sostituzione di impianti più vecchi e obsoleti per la produzione dei vettori termici utilizzati per i processi. Ne è tangibile testimonianza il fatto che oggi a differenza del passato si sfruttano con successo e alti parametri di efficienza installazioni anche di potenza elettrica molto inferiore a 1 MW elettrico.
  • Impianto cogenerativo presso stabilimento tessile
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la sezione cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.