Fondo Nazionale per l'Efficienza Energetica: le regole operative

Cos’è il FNEE, il Fondo Nazionale per l'Efficienza Energetica


Istituito con il Decreto legislativo n. 102 del 4 luglio 2014, il Fondo Nazionale Efficienza Energetica è un incentivo di natura rotativa rivolto a Pubblica Amministrazione, ESCO ed imprese, creato con lo scopo di mobilitare investimenti privati per realizzare interventi di efficientamento energetico su impianti di produzione, processi produttivi ed edifici, al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti dall’Italia per il raggiungimento del taglio consumi e risparmio energetico richiesto dall’UE entro il 2020.

Renovis opera da anni nel campo dell’efficienza energetica, qui trovi una lista contenente alcune delle molteplici applicazioni pratiche realizzate finora e può aiutarti condividendo informazioni utili per ottenere il tuo incentivo dal FNEE, che complessivamente ammonta a 310 milioni di euro e che può essere rifinanziato ed incrementato da Amministrazioni centrali e regionali ed organizzazioni no-profit, oltre che da Enti ed Organismi pubblici, laddove questi lo ritengano utile per lo sviluppo di nuove attività per il miglioramento dell’efficienza energetica dell’industria del Paese.

A dirigere l’attività di organizzazione e distribuzione degli incentivi c’è Invitalia, l'Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, di proprietà del Ministero dell'Economia.

Le tipologie di agevolazioni disponibili


Le agevolazioni sono rese disponibili ai destinatari del fondo secondo due modalità differenti:

  • garanzie su singole operazioni di finanziamento, che coprono fino all’80% dei costi agevolabili per importi da 150mila a 2,5 milioni € e con durata massima di 15 anni;
  • finanziamenti a tasso agevolato, che per ESCO ed imprese copriranno fino al 70% dei costi agevolabili per importi compresi tra 250mila e 4 milioni € ed avranno durata massima 10 anni, mentre per la PA copriranno al massimo fino al 60-80% delle spese per importi compresi tra 150mila e 2 milioni € e per una durata massima 15 anni.
L’esperienza e la competenza di Renovis Energy è a disposizione per fornirti tutte le informazioni utili, sia per ottenere le garanzie necessarie per il finanziamento (operazioni a cui è destinato il 30% del totale del fondo), sia per usufruire dell’erogazione effettiva ed impiegare correttamente i singoli finanziamenti a tasso agevolato (cui è dedicato il 70% del fondo complessivo) che tra l’altro, a determinate condizioni ed entro certi limiti, possono anche essere cumulabili con altri incentivi aziendali ottenuti.

Le attività e le spese ammesse dal FNEE


La direttiva chiarifica in modo preciso e dettagliato le attività e le spese per cui ESCO, imprese e pubblica amministrazione, possono richiedere le agevolazioni messe a disposizione dal Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica.

Ad oggi, risultano finanziabili attività volte:
  • alla riduzione dei consumi di energia nei processi industriali;
  • alla riqualificazione energetica degli edifici;
  • all’efficientamento di servizi ed infrastrutture pubbliche, inclusa la pubblica illuminazione;
  • alla realizzazione e/o all’implementazione di reti ed impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento.
Le spese ritenute ammissibili, invece, riguardano consulenze, interventi sull’involucro edilizio, infrastrutture specifiche ed impianti, macchinari e attrezzature.

I requisiti per richiedere le agevolazioni


Chiamaci il numero 0321966707 per metterti in contatto con i consulenti Renovis e scoprire se possiedi i requisiti necessari per accedere al Fondo Nazionale: secondo quanto stabilito dalla legge, infatti, possono richiedere le agevolazioni le imprese e le ESCO che:
  • sono costituite da almeno 2 anni e iscritte nel registro imprese italiano oppure, in caso di ubicazione al di fuori del territorio nazionale, le realtà che abbiano una personalità giuridica riconosciuta nello Stato di residenza come risultante dall’omologo registro delle imprese e che, al momento della richiesta, abbiano almeno una sede sul territorio italiano;
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
  • tengono una contabilità separata;
  • rispettano l’impegno Deggendorf;
  • non sono considerate "impresa in difficoltà";
  • sono in regola con le disposizioni normative vigenti;
  • hanno ottenuto la certificazione secondo la UNI CEI 11352 (requisito richiesto solo alle ESCO).


Come fare domanda per gli incentivi FNEE


Il FNEE è una misura a sportello
; ciò significa che le domande sono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo ed entro 60 giorni dalla presentazione. I fondi non sono distribuiti in base ad una graduatoria.

Le domande possono essere presentate a partire dal 20 maggio 2019 esclusivamente tramite il portale Invitalia. All’interno di esso, i potenziali beneficiari troveranno anche tutta la modulistica necessaria per la compilazione della domanda, suddivisa in base al tipo di soggetto richiedente.

Rivolgiti a Renovis per ottenere maggiori informazioni relative alle agevolazioni del Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica compilando il form di contatto.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la sezione cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.